Webinar: nutrizione e integrazione, le possibilità per contrastare Sars-CoV-2

16 Dicembre 2020

Pubblicato in Videointerviste

Giovanni Dinelli, Enzo Spisni, Francesca Truzzi
Università di Bologna

 

Al momento non sono disponibili farmaci che abbiano una funzione preventiva e che possano essere presi senza la supervisione di un medico. All’Università di Bologna è in corso Spin, progetto di ricerca per la messa a punto di un nuovo integratore a base di spermidina ed eugenolo per contrastare i danni intracellulari da Sars-coV-2. L’iniziativa rientra tra le attività messe in campo dall’Unione europea in risposta alla pandemia da Covid-19. Tutto ruota intorno all’autofagia, un meccanismo di pulizia intracellulare messo in crisi proprio dal Coronavirus per evitare di essere degradato ed eliminato.

Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…