Videointerviste

In linea con quanto già presente nelle versioni 2011 e 2016, le indicazioni messe a punto dalle Società europee di cardiologia (Esc) e dell’aterosclerosi (Eas) pubblicate nei giorni scorsi, sostengono l’impiego di sostanze bioattive a supporto della dieta mediterranea. Trovano spazio, secondo quanto la ricerca scientifica sta mettendo a disposizione dei clinici, fibre, fitosteroli Omega-3, riso rosso fermentato titolato in monacolina K e berberina.

Le vinacce, un sottoprodotto della lavorazione dell’uva, contengono una forte concentrazione di polifenoli, in particolare resveratrolo, catechine, proantocianidine. All’Università di Napoli hanno lavorato alla realizzazione di un estratto con una formulazione ad alta biodisponibilità in grado di favorire un’azione di contrasto ai danni vascolari provocati dall’invecchiamento, promuovendo un maggior afflusso di sangue all’intero sistema cardio-cerebrovascolare.

a favorire alimenti a bassa densità calorica, quali verdure e vegetali, moderando il consumo di acidi grassi saturi e sempre con la raccomandazione di “mangiare ciò che si consuma”, evitando eccessi.

Due studi pionieri di confronto sui supplementi orali in abbinamento al counseling nutrizionale evidenziano vantaggi clinici in termini di riduzione della perdita di peso e miglioramento degli eventi avversi in corso di radio e chemioterapia. 

Il mercato dei probiotici è in continua crescita, influenzato da una sempre maggiore richiesta da parte dei consumatori di soluzioni efficaci per prevenire o curare le malattie del bambino e dell’adulto. Esistono, però, problemi legati alla qualità dei prodotti quali, per esempio, ceppi dichiarati ma non presenti o quantità indicate non veritiere. 

Esistono numerosi prodotti di origini vegetale che possono avere effetti sul sistema nervoso centrale. Alcuni agiscono con meccanismi ben definiti e sono peraltro registrati anche come farmaci, altri sono ingredienti di integratori, molto diffusi e utilizzati anche in associazione alla terapia farmacologica tradizionale. Il caso di valeriana, iperico e Ginkgo.

Pagina 10 di 15
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…