Molecole naturali nella gestione della sindrome dell'ovaio policistico

20 Luglio 2021

Pubblicato in Videointerviste

Vittorio Unfer
Docente di Medicina sperimentale, Università di Roma La Sapienza

 

La sindrome dell'ovaio policistico (Pcos) è una malattia eterogenea caratterizzata da disfunzione dell'ovulazione cronica e iperandrogenismo. È considerato il disturbo endocrinologico più comune, colpisce fino al 25% delle donne in età riproduttiva ed è associato ad anomalie metaboliche a lungo termine che predispongono al rischio cardiovascolare, come la resistenza all'insulina (Ir), la dislipidemia, la disfunzione endoteliale e l'infiammazione sistemica. La Pcos è inoltre caratterizzata da elevati livelli sierici di ormone luteinizzante (Lh), che determinano una condizione di iperandrogenismo e un conseguente alterato rapporto tra Lh e l'ormone follicolo-stimolante (Fsh). Nel corso degli anni, sono stati proposti diversi approcci per alleviare i sintomi della Pcos. Integrazione con molecole naturali come inositoli, vitamina D e acidi grassi omega-3 possono contribuire al miglioramento del quadro clinico.

Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…