Sono vescicole di dimensioni nanometriche, rilasciate nell'ambiente extracellulare da tutte le cellule, comprese quelle delle piante. La funzione è quella di connettere tra loro cellule, apparati e organismi, della stessa specie o di specie differenti. Si tratta dei cosiddetti esosomi o vescicole extracellulari (Evs) neo-candidati quali trasportatori naturali di sostanze e allo studio anche in ambito nutraceutico: in base al contenuto, infatti, sono stati creati dei mix di esosomi da frutti e vegetali che contengono bioattivi specifici. L’argomento è stato al centro della relazione di Stefano Fais, direttore scientifico ExoLabItalia, nel corso del recente congresso Sinut (Società italiana di nutraceutica) di Bologna.

È l’alba di una nuova era ecosostenibile per integratori alimentari, cosmeceutici e alimenti funzionali. Nei prossimi anni, infatti, potremo ottenerli anche dagli scarti dell’industria alimentare, con costi di produzione ridotti e conseguente maggiore accessibilità per tutte le fasce della popolazione.

Decima edizione per il Master di I livello su nutraceutici, integratori alimentari e fitoterapici promosso dall’Alma Mater Studiorum Università di Bologna.

Pagina 1 di 12
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…