Il dietista nella gestione della policistosi ovarica

19 Aprile 2022

Pubblicato in Videointerviste

Simona Frontoni
Università di Roma Tor Vergata

 

La Sindrome dell'ovaio policistico (Pcos) è una condizione estremamente eterogenea che richiede un approccio multidisciplinare. Sicuramente è di pertinenza di ginecologi, endocrinologi, medici di Medicina generale ed esperti in salute mentale. Fondamentale, però, anche il ruolo del dietista, il cui coinvolgimento nella pratica clinica rimane, purtroppo, sporadico. Una figura chiave in tre fasi cruciali: nell’inquadramento diagnostico, nella fase di intervento per correggere gli stili di vita e nel follow-up. I consigli nutrizionali devono essere volti, in particolare, a perdere peso e a contrastare la resistenza insulinica.

Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…